Fausto Pagliano. La mostra al Museo di Verbania

Fausto Pagliano

Il Museo del Paesaggio di Verbania ha dedicato una mostra antologica a Fausto Pagliano. Le opere raccolte vanno dal 1985 al 2005. La mostra è stata intitolata Di echi di specchi ed è stata anche motivo d’ispirazione per la creazione di un film di Gabriele Croppi www.gabrielecroppi.com

L’intelligenza della mano, con sottotitolo che recita ‘Conversazioni con Fausto Pagliano’. Il film in dvd è all’altezza del suo oggetto e rivela un non comune talento del regista, proveniente dalla fotografia. Il dvd è procurabile contattando il Museo del Paesaggio di Verbania.

Fausto Pagliano oggi ha 63 anni e vive in un paese praticamente disabitato dell’Ossola. Ha vissuto a Milano incontrando Lucio Fontana e gli artisti che hanno animato la ricerca degli anni ’60, poi ad un certo punto, nei primi anni ’90, è andato via. In quel paese disabitato lavora tutto il giorno nel suo studio. Ha sviluppato gradatamente un suo campo di ricerca e gli strumenti di questa ricerca.

Ho seguito il percorso delle sue opere e della sua vita nel ventennio che viene testimoniato e distillato dalla mostra. Ho imparato molto da lui sull’arte e sul rapporto tra spessore dell’opera e spessore di scelte di vita che sono a monte del fare…Per me, allora non ancora trentenne, conoscerlo fu molto importante: non si trattava solo di arte o di punti di vista sul mondo, si trattava di qualcosa di più importante.

Incontrarlo è stata per me la prova che davvero una vita dedicata all’arte è una vita che non lascia scampo: senza mistificazioni, senza indulgenza, autentica e vera.

Il suo sorriso oggi è più che mai radioso e bonario e standogli accanto si sente, come dire, la percezione della felicità di chi ha interpretato il suo destino con coraggio e determinazione, di chi non si è tirato indietro e non ha ceduto alle lusinghe. E’stato presente con la sua intelligenza del mondo anche restando isolato per tanti anni nel suo paese disabitato.

Attraversando le sale della mostra ho riattreversato con lui le fasi di un organismo in crescita, un tutto che nel tempo si svolge chiarendo il suo senso. Fausto non hai mai scelto le mezze misure. Per nulla. E ora l’interezza non riguarda solo le sue opere ma anche la sua persona. L’arte come opera alchemica, come trasmutazione.

B.C.

 

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: