Inaugurazione di Variazioni dell’aria

 

img_7103

 

Key Gallery presenta:

Variazioni dell’aria

mostra di pittura di Biagio Cepollaro

dal 7 al 20 Febbraio 2019

inaugurazione giovedì 7 febbraio H 18.30

curated by: Dorino Iemmi

“La pratica quotidiana dell’arte è per me un esercizio di immanenza, una disciplina del qui e dell’ora. E’ in questa pratica che trovo gli insegnamenti muti delle variazioni dell’aria.

Per chi come me proviene dal ‘900 questo primo ventennio del nuovo secolo più che promettere un orizzonte pare averlo consumato e negato. La pratica artistica e le relazioni umane in alcuni casi si sono improvvisamente sovraccaricate, a mio avviso, soprattutto di una necessità: trovare una sorta di via minore di salvezza, per così dire, un programma minimo e residuale. Non dunque l’allarme sul presente né un progetto per il futuro. Ma ciò che consegue per le vite concrete di ognuno dall’allarme e dalla nostalgia di futuro”.

#WHO

Biagio Cepollaro (Napoli, 1959) poeta e artista visivo. E’autore, tra l’altro, di due trilogie in versi, De requie et natura (1985-1997) e Il poema delle qualità (2008-2017) nonché di un romanzo, La notte dei botti (Miraggi, 2018).

E’ stato promotore del Gruppo 93,fondatore della rivista letteraria Baldus (1990-1996) e teorico del postmoderno critico.

Come artista visivo ha iniziato abbinando ai testi poetici opere pittoriche per poi rendere il gesto pittorico via via più indipendente e autonomo dalla scrittura.

Nel fuoco della scrittura (La Camera verde, Roma, 2008) raccoglie appunto immagini e testi poetici relativi all’omonima mostra di pittura tenutasi presso La Camera verde di Roma nel 2008; Nel fuoco della scrittura è anche il titolo delle sue esposizioni a Napoli (Il filo di Partenope, 2009), a Piacenza (Laboratorio delle Arti, 2009) e a Milano (Archi Gallery, 2009).

Da strato a strato, è introdotto da Giovanni Anceschi (La Camera verde, 2009): si tratta di 21 immagini di opere e 21 stanze di un poemetto, oggetto di una mostra  all’ Antiquum Oratorium Passionis della Basilica di S. Ambrogio a Milano, 28 gennaio 2010. Nel 2010 esce anche La Cognizione del dolore. Otto tele per Gadda, La Camera verde, Roma.

Del 2011 sono le mostre milanesi  La materia delle parole, catalogo a cura di Elisabetta Longari, Galleria Ostrakon; L’Intuizione del propizio, Officina Coviello e la collettiva da verso. transizioni arte-poesia, Accademia di Belle Arti di Brera, ex chiesa S. Carpoforo.

Ha curato con Emanuele Magri la rassegna di video poesia Frames e Poiesis nel 2013, Galleria 10.2!, Milano;

Mentre il pianeta ruota, è il titolo di una mostra a cura di Fausto Pagliano, Laboratorio Primo aprile, Milano 2013.

Del 2014 è la mostra Le tre vie, Voyelles e Visions, a Torino.

Una certa idea di verde è del 2015 presso la galleria di Napoli, Movimento aperto. Nel 2017 dedica alla memoria di Giuliano Mesa la mostra Piccola fabrica, con una nota di Dorino Iemmi, presso la Libreria popolare di via Tadino a Milano.

catalogo23-1keygallary

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: